Emanuela La Torre

Papaveri

Emanuela La Torre

Emy

Emanuela La Torre

Fiordalisi

Emanuela La Torre

Dimensioni:

Dimensioni:

Dimensioni:

Img_0489

Emanuela La Torre

Tiranno vermiglio

Emanuela La Torre

Tulip blu

Emanuela La Torre

Dimensioni:

Dimensioni:

Dimensioni:

Emanuela La Torre ELT, classe 1965, milanese di adozione, fin da bambina ama disegnare, dipingere, creare forme nuove. Dopo il Liceo Artistico di Brera, frequenta la Scuola di Arte e Messaggio del Castello Sforzesco di Milano e, giovanissima, entra nel mondo del lavoro come grafico pubblicitario. L’incontro con il suo primo maestro, l’architetto Gianni Venturino, le trasmette la passione e l’amore per le tecniche più artigianali della grafica, come le tempere, gli acquerelli, le chine e la foglia d’oro. Spronata dal suo sposo a coltivare questa passione, studia nuove forme di espressione artistica. Frequenta così il Centro dell’Incisione sull’Alzaia del Naviglio Grande del maestro Gigi Pedroli dove conosce i segreti dell’incisione e realizza opere molto particolari. Alla fine degli anni Ottanta si appassiona anche alle tecniche digitali con le quali oggi lavora abitualmente. La sperimentazione è la sua passione, oltre che una sfida: realizza opere in acquerello, a tempera, olio e acrilici, foglia d’oro, vernici e lacche e mescola volentieri le varie tecniche con risultati di grande originalità. I suoi lavori rispecchiano i suoi stati d&’animo e nascono da avvenimenti particolari della vita dell’artista, che in effetti è legata alle sue opere da un profondo rapporto affettivo. ELT cerca di cogliere con delicatezza l’interiorità dei suoi soggetti, anche lavorando sulla ricerca cromatica; fra le sue opere, ci sono anche studi di forme e colori. Si è aggiudicata per due anni consecutivi il premio della critica alla manifestazione di pittura estemporanea del Castello di Tolcinasco. “La tradizione non deve essere sentita come l’impaccio di un bagaglio pesante ma come forza e slancio dello spirito verso l’avvenire. Bisogna che l’arte nostra ritorni classica non nel senso di un rifacimento balordo di forme greco-romane ma nel senso più profondo di compenetrazione assoluta di sentimento e di forma”. “Il pittore non deve preoccuparsi della maniera di dipingere ma soltanto esprimere pittoricamente le immagini dei suoi sentimenti. L’;attività creativa saprà trovare i suoi modi espressivi in piena libertà, senza cercarli”. Guerrisi (da La Nuova pittura).

Cellulare     +39 335 6619708

Web      

  • Client Name

  • Date Completion

  • Categories: